Bambini con allergia

Manca l'energia per il gioco?

Vostro figlio soffre di allergia?

Molti bambini sono naturalmente attivi e curiosi ed è per loro è difficile stare fermi. Questo è un comportamento positivo, perché sono costantemente impegnati a crescere e ad imparare. L'allergia può influire non solo sul luogo e le modalità di divertimento durante il gioco che desidererebbero ma può anche rendere difficoltoso il mantenimento della concentrazione a scuola. [1;4;9] Inoltre, un'allergia non adeguatamente curata può evolvere in asma.[1;2;3;6]

I sintomi di allergia a carico delle alte vie aeree includono frequenti starnuti e naso chiuso o rinorrea.[4] Vostro figlio può anche presentare occhi arrossati, pruriginosi o lacrimazione. [4] Questi sintomi possono essere simili a quelli di un comune raffreddore e di conseguenza potrebbero essere male interpretati e confusi con quelli propri del raffreddore o dell'influenza. Tuttavia, se durante una stagione i sintomi persistono o peggiorano, si potrebbe trattare di allergia. [9] Se altri membri della vostra famiglia soffrono di allergia, ciò dovrebbe accrescere i vostri sospetti. [4]

Ma il semplice sospetto e un certo grado di probabilità non sono sufficienti quando si tratta della salute di vostro figlio! Un'allergia non adeguatamente curata può evolvere in asma. È quindi importante ottenere una diagnosi precoce ed accurata. Così facendo vostro figlio potrà ricevere il trattamento più adeguato alle sue esigenze e potrà godere della bella stagione, delle attività all'aperto, della scuola e di tutto quanto appartiene alla vita di un bambino. [1;2]

Allergia ai pollini

Quando la bella stagione è causa di preoccupazioni

Un'infanzia sana e felice significa, per alcuni, ore di gioco all'aria aperta.
Se vostro figlio soffre di allergia ai pollini, non potrà godere dei giochi all'aria aperta quanto vorrebbe. [15] Il polline è un allergene che si propaga per via aerea, per questo motivo è quasi impossibile da evitare. Vostro figlio avrà probabilmente bisogno di ricorrere a farmaci sintomatici contro l'allergia da pollini.[9]

Gli acari della polvere

La giornata inizia con difficoltà a respirare, naso chiuso e starnuti frequenti?

Se vostro figlio ha il sonno disturbato da respiro sibilante e tosse, ne risentirà anche la sua giornata. [1;4;9] Sarà probabilmente troppo stanco per giocare e potrebbe avere difficoltà a concentrarsi a scuola. [1;4;9] La presenza di sintomi allergici particolarmente gravi durante la notte o al risveglio del bambino potrebbero essere provocati dall'allergia agli acari della polvere. [12;14;17] Ridurre il carico allergenico in casa ed utilizzare farmaci antiallergici può aiutare. [1;9]

Allergia e asma

Prevenire lo sviluppo dell'asma allergico

Se l'allergia di vostro figlio non viene adeguatamente curata, il rischio che i sintomi si intensifichino e che la malattia evolva in asma allergico aumenta in modo significativo.[1;3;6]

I bambini affetti da allergie che interessano il naso hanno una probabilità sette volte superiore di sviluppare asma in confronto alla probabilità che ha un bambino non affetto da allergia. [6] Per tale motivo è importante che i bambini vengano diagnosticati il prima possibile e si sottopongano a trattamenti corretti.

Posso impedire che mio figlio sviluppi l'allergia anche prima della nascita?

Indipendentemente dalle misure adottate, non si può essere certi che il bambino non svilupperà alcuna forma di allergia. Lo sviluppo di allergia è spesso correlata ad un certo grado di predisposizione famigliare. Un bambino che ha uno o entrambi i genitori affetti da allergia è a maggiore rischio di sviluppare la malattia (rispetto a un bambino nato da genitori senza allergie).[4] Se uno dei genitori del bambino soffre di una forma allergica, la probabilità che anch'egli soffra della stessa allergia varia dal 30 al 50%. Se entrambi i genitori soffrono di allergia, la percentuale di rischio può aumentare fino all’80%.[20]

Se da un lato non è possibile intervenire per modificare la genetica, ci sono tuttavia delle misure che si possono adottare per ridurre il rischio che vostro figlio sviluppi una forma allergica. Le madri devono evitare di fumare durante la gravidanza e dopo il parto ed assicurarsi che il loro bambino non sia esposto al fumo passivo.[21] Inoltre, l'allattamento al seno è consigliato per i primi mesi di vita, in quanto il latte materno rafforza il sistema immunitario del bambino. [21]

Se pensate che vi sia il rischio che vostro figlio possa sviluppare delle allergie, rivolgetevi al medico per una consulenza specifica.

Opzioni terapeutiche per i bambini

La soluzione ideale per i sintomi allergici consiste nell'evitare l'allergene. Tuttavia, gli allergeni che si propagano per via aerea, come i pollini e gli acari della polvere, sono difficili da eliminare completamente anche con il coinvolgimento di tutta la famiglia.[9] Restare in un ambiente chiuso durante il periodo estivo o buttare via tutti i giocattoli imbottiti non sono soluzioni che il bambino accetta volentieri. Nella maggior parte dei casi, la soluzione per vostro figlio potrebbe essere un trattamento farmacologico che possa alleviare i sintomi allergici; in questo modo è possibile consentire al bambino di svolgere le normali attività dell'infanzia.[2;9]

Last updated: 19/03/2018